Valutazione dei rischi, Dvr e procedure standardizzate

 

05 Luglio 2019

dvr-procedure-standardizzate

Con l’entrata in vigore della legge di stabilità del 2013 (Legge 24 dicembre 2012 n. 228 ), a far data dal 30 giugno 2013 non è più possibile per i Datori di Lavoro produrre l’autocertificazione per avere effettuato la valutazione dei rischi, ma è sempre necessario un documento a supporto di tale valutazione che risulta quindi obbligatorio per tutte le tipologie aziendali.

In considerazione tuttavia del numero di lavoratori impiegati e del livello di rischio delle attività aziendali, per le realtà meno complesse è possibile fare ricorso alle procedure standardizzate per l’elaborazione del documento. Le procedure consentono di effettuare una valutazione adottando modelli semplificati, che comunque prevedono una attenzione e uno studio delle criticità aziendali, rivolte a identificare i rischi residui e le eventuali misure di prevenzione e di protezione da adottare a tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.

Il loro impiego come previsto dai commi 5 e 6 dell’art. 29 del D.lgs 81/2008, è quindi un processo che richiede esperienza nella valutazione di rischio, e le competenze minime per effettuare una analisi dei processi aziendali e delle attività interferenti, che possono comportare conseguenze dannose per i dipendenti.

Devono utilizzare le procedure semplificate le aziende con meno di dieci dipendenti non appartenenti ad uno dei seguenti settori, e comunque le aziende in cui non si svolgono attività che espongano i lavoratori a rischi chimici, biologici, da atmosfere esplosive, cancerogeni mutageni e connessi all’esposizione ad amianto. È inoltre facoltà delle aziende che occupano fino a cinquanta lavoratori, che non rientrino nelle categorie appena elencate, adottare le medesime procedure. Con decreto Interministeriale del 30 novembre 2012, Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 285 del 6 dicembre 2012, sono quindi stati predisposti gli schemi delle procedure standardizzate utilizzabili dalle aziende..

Le procedure hanno l’obiettivo di indicare il modello di riferimento sulla base del quale effettuare la valutazione dei rischi aziendale e il suo aggiornamento, per poi individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione ed elaborare il programma degli interventi rivolti a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza. Con l’adozione del modello proposto i soggetti tenuti alla valutazione devono redigere un documento sulla valutazione dei rischi.

ANFOS

ANFOS mette a disposizione delle aziende consulenti qualificati ed esperti che possono affiancare i Datori di Lavoro nella redazione del documento valutazione dei rischi tramite procedura standardizzata.

Per avere maggiori informazioni, è possibile compilare il form alla pagina dedicata del portale ANFOS  o telefonare la Numero Verde 800 589256.


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy