Verifiche preliminari sugli estintori portatili, circolare VVF

 

14 settembre 2018

verifica-estintori-portatili

Verifica estintori portatili. Facendo seguito a un recente infortunio occorso a un operatore nel corso di una esercitazione antincendio, in data 14 agosto 2018 la Direzione Centrale del Dipartimento dei Vigili del Fuoco ha emesso una nota circolare con le indicazioni utili minime per gli addetti alla gestione della lotta antincendi, i fornitori dei presidi e i docenti dei corsi di formazione, affinché l’incidente non venga a ripetersi. Il testo completo del messaggio è disponibile nell’archivio telematico del portale dei Vigili del Fuoco.

In linea generale si ricorda che i fornitori degli estintori sono tenuti ad assicurare presidi antincendio idonei alla natura dell’attività presso cui sono collocati, e che tali presidi devono essere mantenuti in condizioni di esercizio di assoluta efficienza, effettuando le manutenzioni obbligatorie per legge e, qualora si rendessero necessarie, le dovute manutenzioni straordinarie o le eventuali sostituzioni.

Anche nella fase di scelta degli estintori più adatti, è opportuno che il fornitore provveda a garantire la consulenza e la formazione necessaria ad assicurare che i presidi siano controllati periodicamente, mantenuti in adeguate condizioni d’uso e pienamente funzionanti. In proposito lo stesso dipartimento dei Vigili del Fuoco raccomanda l’immediata sostituzione di estintori utilizzati anche parzialmente e l’individuazione di attrezzature caratterizzate da minori pressioni di esercizio, per esempio ad acqua piuttosto che a gas se applicabili, per evitare malfunzionamenti dovuti all’usura o al mancato utilizzo per periodi di tempo prolungati.

Normativa 2018

La criticità della fase di formazione del personale addetto, che come visto può portare a infortuni, è da tenere sotto controllo da parte del fornitore piuttosto che del formatore. In proposito i vigili del fuoco forniscono gli orientamenti per effettuare una efficace verifica preliminare e periodica degli estintori portatili, che si possono di seguito così schematizzare:

  1. Verificare che le iscrizioni sull’etichetta dell’estintore siano presenti e ben leggibili;
  2. Verificare che l’estintore non abbia superato la vita utile ammissibile come certificato dal produttore e dalla normativa di riferimento (in merito si ricorda che la norma di riferimento è la UNI 9994-1);
  3. Verificare, ove applicabile, che sia correttamente riportata la dicitura relativa alla normativa di riferimento per gli strumenti a pressione (Direttiva Ped per gli estintori posti sul mercato dopo l’entrata in vigore della direttiva del 2002);
  4. Verificare visivamente l’integrità strutturale degli estintori, delle manichette e dei raccordi di gomma;
  5. Verificare il corretto accoppiamento delle parti mobili quali la manichetta e le valvole di comando o il cono erogatore ove presente;
  6. Verificare che l’indicatore di pressione, se presente, indichi un valore di pressione compreso all’interno del campo verde;
  7. Verificare la presenza del sigillo di sicurezza sulla valvola di azionamento;
  8. Verificare la regolarità dei precedenti controlli periodici semestrali mediante la punzonatura sul cartellino di registrazione delle attività di manutenzione.

A conclusione della nota il dipartimento dei Vigili del Fuoco ricorda l’importanza di porre la massima attenzione nel rispettare le norme di prevenzione e protezione anche durante le fasi di formazione degli addetti, in considerazione di quanto previsto dallo specifico documento di valutazione di rischio.

Leggi anche

Corsi addetto antincendio, addetto rischio basso


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy