Testo Unico, disponibile aggiornamento di maggio 2018

 

31 Maggio 2018

testo-unico-sicurezza-ultimo-aggiornamento

A dieci anni dall’entrata in vigore del Testo Unico sulla sicurezza è stata pubblicata la revisione maggio 2018. Di seguito le modifiche e le introduzioni della nuova edizione, come sempre richiamate all’inizio del provvedimento.

Nella nuova versione è stata inserita la circolare dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro numero 1 dell’11 gennaio 2018, relativa alle corrette modalità di assunzione degli incarichi di addetto a gestione delle emergenze da parte del Datore di Lavoro in riferimento a quanto previsto dal comma 1 dell’articolo 34. In particolare, la circolare precisa che ai sensi di quanto disposto dall’articolo 20 comma 1 del D.lgs. 151 del 2015, viene ripristinata la possibilità di ricoprire l’incarico di addetto alla gestione emergenze da parte del datore di Lavoro, anche per le imprese con più di cinque lavoratori.

È stata inserita la circolare del 12 ottobre 2017 dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, che fornisce indicazioni univoche al personale ispettivo impegnato nelle verifiche relative alla violazione dell’obbligo di sottoporre i lavoratori alla sorveglianza sanitaria da parte delle aziende, allineando il profilo sanzionatorio su criteri di interpretazione comuni e omogenei.

Spazio anche ai decreti che disciplinano le modalità e i soggetti abilitati alle verifiche periodiche sugli strumenti considerati pericolosi e ai lavori sotto tensione, attraverso l’integrazione nel Testo Unico dei provvedimenti che individuano i soggetti abilitati e i formatori per l’effettuazione dei lavori sotto tensione (Decreto Direttoriale n. 2 del 16/01/20 ) e i soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’art. 71 comma 11 (Decreto Direttoriale n. 12 del 14 febbraio 2018).

Come sempre sono state inserite le risposte della Commissione Consultiva Permanente agli interpelli presentati nel corso dell’ultimo anno da parte di enti e associazioni in materia di Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro. In particolare, nella revisione corrente sono stati introdotti i testi degli interpelli:

  • n. 1 del 13 dicembre 2017 in merito alla corretta interpretazione di una sentenza della Corte di Cassazione relativa alla conformità di apparecchiature prive di dispositivi di sicurezza, destinate ad essere cedute per riparazione o per esposizione, e quindi non immesse sul mercato;
  • n. 2 del 13 dicembre 2017, relativamente al fatto che l’informazione all’interno delle aziende in materia di salute e sicurezza, sia impartita in forma prioritaria ed esclusiva dal Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) piuttosto che da altri soggetti, anche esterni, debitamente qualificati;
  • n. 1 del 14 febbraio 2018 che richiede chiarimenti sugli obblighi di un datore di lavoro che svolga le sue funzioni esclusivamente presso la sede di un committente, con particolare riferimento agli obblighi di designazione degli addetti alla gestione incendio come previsto dall’articolo 18, comma 1 lettera b);
  • n. 2 del 5 aprile 2018 in merito alla corretta interpretazione di quanto disposto dall’articolo 39, comma 3, relativamente alle funzioni di un dipendente di una struttura pubblica, impegnato in attività di vigilanza, ed alla compatibilità di tale funzione con l’incarico di medico competente.

Info: aggiornamento maggio 2018 Testo Unico sicurezza lavoro 


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy