Approvato Statuto Agenzia nazionale per politiche attive lavoro

 

19 Luglio 2016

agenzia-nazionale-politiche-attive-lavoro

È stato approvato, in data 21 giugno 2016, lo statuto dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (ANPAL) con pubblicazione in Gazzetta Ufficiale numero 143 del 21 giugno 2016 ed entrata in vigore dal giorno successivo alla data di pubblicazione.

L’ANPAL è un organo voluto dal Job Acts (L. n. 183/2014) e disciplinato da specifico Decreto Istitutivo, che ha il ruolo di coordinamento di tutti i servizi finalizzati a promuovere il diritto al lavoro costituzionalmente garantito dei cittadini, e soprattutto di tutelare l’accesso ai servizi sociali rivolti al sostegno del lavoratore disoccupato.

L’articolo 3 del provvedimento di approvazione pone l’ANPAL sotto la diretta supervisione del Ministero del Lavoro, che dovrà approvare gli atti, le delibere e le circolari emesse dall’Agenzia.

Gli organi costituenti, come definito nell’articolo 5, restano in carica tre anni e sono rinnovabili per un solo mandato e sono rappresentati dal presidente, dal Consiglio di Amministrazione, dal Consiglio di Vigilanza e dal Collegio dei Revisori.

Il presidente non può ricoprire altra carica istituzionale e non può esercitare altre attività anche occasionalmente, che sia in conflitto con la funzione direttiva: presiede il consiglio di amministrazione e può partecipare agli incontri del Consiglio di Vigilanza. Ha facoltà di deliberare, in autonomia, in caso di urgenza e viene sostituito dal membro del CdA più esperto in caso di assenza.

Il Consiglio di Amministrazione si riunisce almeno quattro volte all’anno su convocazione del presidente (anche in modalità telematica) ed esercita le funzioni di approvare i piani annuali dell’azione relativi alle politiche attive, di deliberare a maggioranza sulle mozioni proposte dal presidente, di individuare le azioni strategiche rivolte all’attuazione dei piani e di determinare gli obiettivi annuali e i criteri di verifica del conseguimento dei risultati.

Il Consiglio di Vigilanza esercita le funzioni di formulare proposte in merito alle linee guida elaborate dal Consiglio di amministrazione, proporre gli obiettivi da raggiungere e vigilare sulla corretta applicazione delle modalità di conseguimento di questi ultimi.

Il Collegio dei Revisori ha il compito di vigilare affinché le disposizioni di legge e procedurali vengano rispettate e supervisiona la rendicontazione della spesa pubblica e i dati di bilancio. Il collegio è convocato dal presidente almeno una volta a trimestre e partecipa alle sedute del consiglio di amministrazione anche a distanza.

Il direttore generale elabora e propone i bilanci e rende attuative le delibere approvate dal Consiglio. Inoltre, ha facoltà di partecipare alle sedute del CdA e interviene in fase di ristrutturazione operativa dell’ANPAL qualora si renda necessaria una revisione degli organici.

L’articolo 13 disciplina i principi generali e di funzionamento dell’agenzia, che è organizzata in massimo sette uffici dirigenziali e in strutture a carattere tecnico scientifico dislocate sul territorio con la finalità di decentrare le responsabilità operative.

In termini di bilancio il direttore elabora una proposta che trasmette al collegio dei revisori e lo sottopone alla verifica del Consiglio di Amministrazione; entro la fine di ottobre il bilancio così approvato viene trasmesso al Ministero del Lavoro che lo approva entro fine anno, o lo respinge indicandone le motivazioni.

Il consuntivo del bilancio dell’anno precedente viene elaborato dal direttore e trasmesso entro la fine di aprile al Ministero del Lavoro che lo approva o lo respinge come per il bilancio. Entrambi vengono resi pubblici presentando i dati sul sito web dell’ANPAL.

L’articolo 15 definisce quali siano gli strumenti di sostegno economico dell’Agenzia, che si avvale di risorse messe a disposizione in seguito a blocco di assunzioni e alla riduzione degli oneri di funzionamento presso ISFOL (Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori), di risorse trasferite dal Ministero e di specifiche risorse definite nell’articolo 5 del provvedimento istitutivo.

Info: Regolamento Statuto Agenzia nazionale politiche attive del lavoro


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy