Sicurezza sul lavoro: dal nord al sud continua la scia di incidenti sul lavoro

 

29 Aprile 2010

Dal nord al sud passando per le isole, non si ferma la scia di incidenti sul lavoro che ogni giorno colpisce il nostro Paese, così come non si fermano davanti ai tempi della burocrazia le difficoltà umane ed economiche delle famiglie coinvolte. Emblematici sono quattro casi avvenuti alla fine di marzo. I primi due si sono verificati in Puglia a poche ore di distanza.

rischi incidenti lavoroAll’Ilva di Taranto, fabbrica resa famosa delle tante cause per malattia già passate in giudicato o ancora in corso, tre uomini sono rimasti feriti in un incidente avvenuto nel reparto Finitura Nastri a causa dell’improvvisa rottura di una saldatura. Ancora peggio è andata in una cava di Manduria, sempre in provincia di Taranto, dove un operaio di 42 anni ha perso la vita schiacciato da alcuni massi ed è morto prima di giungere in ospedale. Se la Puglia piange il Trentino non ride: vittima di un grave infortunio sul lavoro questa volta è stato un 43 enne che a Bolzano è precipitato da un’altezza di due metri e mezzo battendo violentemente la testa ed è stato urgentemente ricoverato al locale ospedale.

Incidenti gravi, in un caso mortali, che non solo vanno a ingrossare le statistiche degli infortuni ma toccano in maniera immediata e sconvolgente la vita delle famiglie di questi lavoratori. Famiglie che spesso dopo questi eventi si trovano in gravi difficoltà, prese tra il dolore, la necessità di aiutare il proprio caro a recuperare dove possibile la salute, ad assisterlo in ospedale, e allo stesso tempo i mille adempimenti burocratici da fare al fine di ottenere fondi per l’assistenza, rimborsi e le erogazioni stabilite dalla legge.

Non sempre si tratta di un percorso facile e immediato: lo dimostra la protesta, in Sardegna, di una famiglia che da 10 anni aspetta una sentenza di risarcimento per un incidente avvenuto nel 2000. Era infatti il 18 febbraio di 10 anni fa quanto il signor Vinicio Zucconelli, veronese temporaneamente al lavoro in Sardegna,  ebbe un incidente che di fatto lo ridusse in stato vegetativo. Mentre lavorava alla costruzione di un nuovo hangar della Meridiana fu infatti colpito alla testa da una molla ‘sfuggita’ con grande potenza dalla pedana di un rimorchio e da allora è rimasto in uno stato di totale disabilità e dipendenza dalle cure altrui. “Per assisterlo – raccontano le sorelle che in questi giorni stanno protestando davanti al tribunale di Tempio Pausania – abbiamo speso tutto il patrimonio familiare. Ma nostro fratello ha ancora bisogno di assistenza e vogliamo avere ciò che spetta a lui e ai suoi figli”. E da allora la sua famiglia aspetta un aiuto.


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy