Garante Privacy, presentata la relazione sulle attività 2018

 

21 Maggio 2019

dati-vigilanza-garante-privacy-2018

Il Garante per la protezione dei dati personali ha presentato la relazione sulle attività svolte e avviate nel corso dell’anno 2018, un documento che riassume i dati sui controlli effettuati in attuazione di quanto previsto dal del Regolamento Ue 2016/679.

La relazione conclude il settennato del Collegio presieduto da Antonello Soro e illustra lo stato di fatto del recepimento a livello nazionale di quanto disposto dalla direttiva quadro europea, alla luce delle sfide rappresentate dai nuovi modelli socio-economici e dai derivanti obblighi in materia di trattamento dei dati, l’applicazione delle misure di tutela sempre crescenti che si rendono necessarie per la salvaguardia della privacy personale.

Gli aspetti principali oggetto degli interventi e delle attività svolte nel corso dell’anno 2018 hanno riguardato la protezione dei minori e il cyberbulilsmo, l’impiego dei droni, la cybersecurity, la trasparenza nella Pubblica amministrazione, la fatturazione elettronica e il contrasto alle forme di telemarketing aggressivo.

In materia di protezione on line dei minori, l’attività del garante si è rafforzata concentrandosi sui possibili rischi connessi alla diffusione degli smart toys. Per contrastare il fenomeno del cyberbullismo il Garante ha disposto nuove misure rivolte alla riduzione e alla eliminazione dei contenuti offensivi presenti on line, firmando un protocollo di intesa con la Polizia postale e con alcuni Co.Re.Com. con l’obiettivo di rafforzare il sistema delle misure di tutela, e di attivare un sistema tempestivo ed efficace di intervento rapido a protezione delle giovani vittime.

Sono state fornite utili indicazioni e limitazioni sull’impiego dei droni a scopi ricreativi e sui sistemi di difesa dai software dannosi, con particolare riferimento ai programmi informatici utilizzati per bloccare un dispositivo elettronico o rendere inaccessibili i dati in esso contenuti per poi chiedere all’utente un compenso per risolvere il problema (ransomware).

Importante anche l’impegno rivolto a contrastare il fenomeno dell’assenteismo sui luoghi di lavoro in materia di giurisprudenza del lavoro, realizzato indicando le modalità di tutela per la raccolta dei dati biometrici per i dipendenti pubblici e definendo le regole per l’uso delle nuove tecnologie con particolare riguardo alla geolocalizzazione dei lavoratori. In proposito è stato confermato il divieto dei controlli massivi da parte delle aziende su mail e smartphone dei dipendenti e le restrizioni sulle modalità di valutazione del loro operato se lesive della dignità.

Sono state introdotte pesanti sanzioni per gli operatori che adottano la tecnica del telemarketing con modalità particolarmente aggressive, utilizzando i dati degli utenti senza il loro consenso. In proposito sono state accertate diverse tipologie di violazioni,, commesse soprattutto dalle compagnie telefoniche, che hanno portato in alcuni casi all’elevazione di sanzioni per la violazione dei dati sensibili o personali.

Nel corso del 2018 sono state effettuate 150 ispezioni che hanno portato alla definizione di 517 provvedimenti sanzionatori per un totale di importi riscossi di oltre 8 milioni 160 mila euro, con un aumento de 115% in più rispetto all’anno precedente.

Le segnalazioni di avvisi di reato all’autorità giudiziaria sono state 27, con prevalenza dei reati relativi alla mancata adozione delle necessarie misure minime di sicurezza a protezione dei dati e alle forme di controllo illecito a distanza dei lavoratori.

Gli accertamenti relativi alle violazioni amministrative sono stati 707, soprattutto relativi al trattamento illecito di dati alla mancata adozione di misure di sicurezza al telemarketing aggressivo alle violazioni di banche dati, all’omessa o inadeguata informativa agli utenti sul trattamento dei loro dati personali e alla mancanza di trasmissione di informazioni al Garante.

Info: Garante Privacy Relazione attività 2018


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy