Misure Inail per reinserimento persone con disabilità da lavoro

 

26 Luglio 2016

inail-reinserimento-lavoro

È stato approvato in data 11 luglio 2016, il Regolamento per il reinserimento e l’integrazione delle persone con disabilità da lavoro, che introduce nuove risorse per il sostegno della reintroduzione nel mondo del lavoro per persone colpite da malattie professionali o vittime di infortuni sul lavoro.

Il provvedimento viene emesso in conformità a quanto previsto dalla legge di stabilità del 2015, in attuazione dell’articolo 1, comma 166, Legge 23 dicembre 2014, n. 190, che prevede lo stanziamento di 21 milioni di euro nel solo 2016 per progetti a carico del bilancio di Inail, rivolti all’abbattimento di barriere architettoniche, alla realizzazione di interventi di adeguamento delle postazioni lavorative, allo sviluppo di programmi di formazione e di sensibilizzazione al tema, con la finalità ultima di reinserire o reintegrare persone con disabilità da lavoro in azienda, di favorire la ricerca di una nuova occupazione o di non perdere quella attuale.

Lo sviluppo del regolamento consentirà di applicare nuove tecnologie in materia di ergonomia delle postazioni di lavoro, di accessibilità strutturale e progettuale dei luoghi di lavoro e nuovi strumenti di assistenza sociale sviluppati in modo da risultare vantaggiosi sia per il lavoratore menomato destinatario della tutela di Inail sia per l’azienda pubblica e/o privata che beneficerà delle agevolazioni.

La logica con cui si sviluppa il regolamento è quella di garantire prioritariamente la conservazione del posto di lavoro, e della specifica mansione, o in alternativa anche di mansione diversa rispetto a quella a cui il lavoratore era destinato precedentemente all’evento traumatico.

Le tipologie di interventi previsti dal provvedimento sono tre, con diverse ripartizioni delle cifre destinate ad ognuna di esse:

  • 95 mila euro sono stati destinati a una prima misura rivolta a favorire interventi edilizi per il superamento e l’abbattimento di barriere architettoniche che prevedano la progettazione di impianti di domotica e di impianti destinati a migliorare l’accessibilità dei posti di lavoro.
  • 40 mila euro sono stati destinati ad una seconda misure rivolta all’adeguamento di postazioni di lavoro già esistenti per renderle ergonomicamente più adatte alle esigenze del lavoratore infortunato mediante l’adozione di dispositivi di automazione, tecnologici e informatici anche relativi a veicoli che costituiscono strumento di lavoro.
  • 15 mila euro sono stati destinati a coprire una terza misura rivolta a sviluppare interventi formativi mirati all’addestramento per l’utilizzo delle nuove postazioni di lavoro modificate in funzione degli interventi di adeguamento eseguiti (anche se realizzati esternamente alla misura di cui sopra), e a corsi di formazione professionale per l’eventuale inserimento in nuova mansione del lavoratore non più collocabile nella sua precedente attività.

La realizzazione delle misure previste dal Regolamento sarà coordinata dalle sedi locali dell’Istituto e vedrà il coinvolgimento diretto delle aziende previo consenso dei lavoratori destinatari degli interventi.

Con l’introduzione di questo Regolamento – ha dichiarato il Presidente Inail Massimo De Felice – si aggiunge un importante tassello al modello di tutela globale del lavoratore garantita dall’Inail: si rafforza l’azione dell’Istituto per il recupero della piena integrità psicofisica degli infortunati e dei soggetti colpiti da malattia professionale, per il loro reinserimento nella vita sociale e lavorativa.

Info: determina Inail Regolamento reinserimento persone con disabilità da lavoro


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy