Malattie professionali: il vero allarme sicurezza sul lavoro. Ecco l’elenco delle sindromi in agguat

 

16 Ottobre 2009

Quando si parla di sicurezza sul lavoro, la memoria corre subito agli eventi traumatici che si verificano nei cantieri, nelle fabbriche o in campagna. Sono fatti immediati, drammatici, che talvolta coinvolgono più lavoratori e restano impressi nella memoria. Molto di meno si parla e si pensa invece a quanti si ammalano gravemente o muoiono per malattie professionali, più subdole, meno immediatamente riconoscibili. Eppure il campo delle malattie professionali si dilata perché la scienza riesce ora a capire i nessi causa-effetto, tant’è che nel corso dell’ultimo biennio c’è stato un aumento dell’11% nell’andamento delle malattie professionali in Italia. E la formazione – resa obbligatoria dal Testo Unico 81 del 2008 – resta un argine importante che agisce in campo preventivo.

I tumori rappresentano complessivamente, in media, circa il 90% delle malattie professionali letali indennizzate dall’INAIL e addebitabili per lo più alla causa “storica”: l’asbesto, più comunemente noto come amianto. Con circa 2mila denunce nel 2008 quello dei tumori è un fenomeno in crescita e non ancora pienamente rappresentato dai numeri. E c’è da considerare che l’asbestosi (600 casi attualmente) è una patologia che si manifesta anche a distanza di quaranta anni, per cui si presume che le denunce raggiungeranno il picco intorno al 2025.

Nel 2008 le denunce pervenute all’INAIL hanno raggiunto quota 29.704: mille in più rispetto al 2007 (+3,2%), anno che aveva già registrato a sua volta un incremento di ben 2mila casi sull’anno precedente (+7,4%). La quasi totalità dei casi denunciati (il 93%, pari a 27.539 domande) riguarda il settore dell’industria e dei servizi; i casi restanti si dividono, invece, in 1.817 domande relative al comparto agricolo e 348 tra i dipendenti del conto Stato. La sordità si conferma la malattia professionale più diffusa (5.700 casi, il 20% sul totale nel 2008), pur con un’incidenza che diminuisce progressivamente. Tra le patologie emergenti si segnalano, in particolare, quelle che colpiscono l’apparato muscolo-scheletrico: le denunce per tendiniti (oltre 4mila) e le affezioni dei dischi invertebrali (circa 3.800) sono, infatti, più che raddoppiate. Numericamente rilevanti sono anche le denunce per artrosi (circa 1.900 casi) e per sindrome del tunnel carpale (circa 1.500). Particolare importanza, inoltre, stanno assumendo i disturbi psichici stress lavoro-correlati che nell’ultimo quinquennio hanno toccato i circa 500 casi l’anno, in larga parte individuati come “mobbing”.    


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy