Infortuni sul lavoro, la relazione annuale Inail

 

12 Luglio 2016

infortunio-lavoro-relazione-inail

Il 22 giugno il presidente Inail Massimo De Felice ha presentato la relazione 2015 illustrando l’andamento di infortuni e malattie professionali nel corso dell’anno passat0, le iniziative economiche proposte e realizzate dall’Istituto nello stesso periodo e alcuni dati di bilancio.

Il primo dato è quello relativo al numero di infortuni denunciati, che conferma l’andamento decrescente degli ultimi anni con circa 637 mila denunce nel 2015, in diminuzione rispetto al 2014 del 4% e del 22% rispetto al 2011. Di questi, circa 416 mila sono stati riconosciuti, con una incidenza del 18% relativa agli infortuni avvenuti fuori dall’azienda (in itinere o con mezzo di trasporto). Presentato anche il dato relativo agli infortuni mortali: sono stati denunciati 1.246 casi di infortunio letale, di cui 694 accertati, 26 di questi sono ancora in fase di riconoscimento. Il dato conferma sostanzialmente i numeri del 2014, con un calo rispetto al 2011 del 20% circa di decessi sul lavoro.

In aumento le denunce di malattie professionali: 59 mila nel 2015 (500 in più rispetto all’anno precedente) e il 24% in più rispetto al 2011. Come negli ultimi anni le più numerose si confermano essere le malattie riconducibili a problemi osteo-muscolari. I lavoratori deceduti nel corso dell’anno 2015, con accertamento del nesso causale ad un fattore di esposizione lavorativo, sono stati 1.462, dei quali il 32% per malattie riconducibili ad esposizione ad amianto.

Bandi e finanziamenti. Si è conclusa lo scorso 23 maggio la sesta fase di assegnazione del bando ISI, con una partecipazione di 23 aziende e l’assegnazione di 276 milioni di euro a sostegno di progetti ammissibili (introdotto tra questi per la prima volta lo stanziamento a favore di progetti di bonifica dell’amianto). Altri 20 milioni di Euro sono stati riconosciuti alle micro e piccole imprese del settore terziario attraverso il bando FiPit 2015 e rivolto a coprire progetti di innovazione tecnologica, mentre 1,5 miliardi sono stati messi a disposizione di progetti immobiliari rivolti alla messa insicurezza di edifici scolastici, ad interventi relativi a strutture sanitarie, universitarie ed uffici pubblici, ed alla realizzazione di 52 nuove scuole con criteri e caratteristiche innovative dal punto di vista dell’efficienza energetica, impiantistico, tecnologico ed antisismico.

Quindi la campagna rivolta a premiare le aziende che si distinguono in termini di prevenzione, riconoscendo ulteriori riduzioni dei premi INAIL annuali: 66 mila richieste nel 2015 contro le 52 mila dell’anno precedente.

È stato infine approvato il Piano delle attività di ricerca per il triennio 2016 – 2018, con la definizione di nove programmi rivolti a sviluppare strategie di prevenzione e di integrazione all’interno di sistemi di gestione, all’elaborazione di sistemi innovativi connessi all’evoluzione dei processi produttivi aziendali, in relazione a mutamenti di carattere sociale e demografico e all’analisi di rischi particolari con l’introduzione di un programma speciale amianto. Confermata anche la continuità dei progetti clinici e di riabilitazione del centro protesi di Budrio.

Info: Relazione annuale Inail 2015


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy