Inail aggiorna il sistema tariffario

 

01 Marzo 2019

riduzione-tariffe-inail-2019

Riduzione tariffe Inail 2019. L’Inail ha aggiornato i profili tariffari in relazione agli adeguamenti del mondo del lavoro fissando i nuovi tassi dei premi di assicurazione contro gli infortuni e le malattie professionali, che sono in vigore dal primo gennaio 2019.

Le variazioni sono intervenute in seguito all’evoluzione del mondo del lavoro e sono state approvate, su proposta dell’Istituto Assicurativo, dal Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze. La revisione delle tariffe dei premi si è concentrata in modo particolare sulla revisione della nomenclatura delle voci, sul ricalcolo dei tassi medi e sul meccanismo di oscillazione del tasso per andamento infortunistico.

Legge di bilancio 2019

Il nuovo nomenclatore delle tariffe prevede una razionalizzazione delle attività e introduce nuove voci eliminando quelle relative a settori non più esistenti e attribuendo premi diversificati in considerazione dello specifico rischio professionale. Le nuove voci tariffarie introdotte per attività ancora in via di sviluppo e che non esistevano al tempo della precedente edizione di circa venti anni fa, riguardano quelle sui rischi connessi alla produzione di nanomateriali, un comparto di recente sviluppo e per il quale si prevedono significative evoluzioni nel corso dei prossimi anni. Novità anche per le attività di consegna merci in ambiente urbano effettuate con veicoli a due ruote (i cosiddetti rider) e per la gestione dei rifiuti. Il risultato di questa semplificazione, con ricadute positive anche sugli aspetti gestionali del rapporto assicurativo, ha portato ad una riduzione delle voci che passano dalle precedenti 739 alle attuali 595.

I tassi medi per le aziende sono scesi del 32,72%, grazie all’aggiornamento dei valori rispetto all’indice infortunistico dell’ultimo triennio (2013- 2015) che si sviluppa in considerazione di un modello di rischio più attuale e che tiene conto dei valori medi delle retribuzioni soggette a contribuzione Il risultato è la diminuzione del dei tassi che passa dal 26,53 per mille del 2000 al 17,85 per mille, mentre il taglio complessivo dell’onere finanziario che grava sulle imprese si incrementa di circa 500 milioni fino a 1,7 miliardi di euro.

Tra le misure confermate dalle nuove disposizioni, le agevolazioni per le imprese che investono in salute e prevenzione, attraverso l’applicazione del bando Inail che prevede la possibilità di una riduzione delle tariffe per le imprese più virtuose e che si impegnano a sostenere progetti di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Novità anche riguardanti l’erogazione delle prestazioni in favore dei superstiti delle vittime di malattie professionali, stimate in circa 110 milioni all’anno, che si applicano prevalentemente all’istituto della vivenza a carico, con riferimento alle rendite che spettano, in mancanza di coniuge e figli, ai superstiti delle vittime sul lavoro, cioè ai loro genitori fratelli e sorelle. La rendita una tantum per i familiari dei lavoratori deceduti sul lavoro, è stata aumentata da 2.160 a 10 mila euro, e l’adeguamento della “Tabella di indennizzo danno biologico” prevede un miglioramento del livello delle prestazioni economiche in caso di infortuni con invalidità permanente.

In considerazione di tali aggiornamenti tariffari sono state posticipate le scadenze per l’annualità in corso. Il termine del 31 dicembre entro cui Inail comunica alle aziende gli elementi per il calcolo del premio assicurativo è stato posticipato al prossimo 31 marzo, mentre i termini per il pagamento del premio e per la presentazione telematica delle dichiarazioni delle retribuzioni sono state posticipate al 16 maggio 2019.


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy