Circolare Inail nuovo invio Registro agenti cancerogeni e mutageni

 

08 Novembre 2017

invio-registro-agenti-cancerogeni

Il datore di lavoro di aziende pubbliche e private, all’interno delle quali i lavoratori sono esposti al rischio da esposizione ad agenti cancerogeni e mutageni, ha l’obbligo di inviare le informazioni relative alle modalità di esposizione dei suddetti lavoratori all’Inail, avvalendosi del supporto del Medico Competente che, per quanto di sua competenza, elabora il protocollo di sorveglianza medica specifico per il profilo di esposizione definito nel Documento di Valutazione dei Rischi aziendale.

In particolare tali informazioni devono essere trasmesse in considerazione di quanto previsto dal decreto attuativo del Ministro della salute n. 155 del 12 luglio 2007 che prevede l’invio dei moduli allegati allo stesso provvedimento in cui devono essere esplicitati i dati riguardanti gli agenti utilizzati, i dati dei lavoratori esposti, l’attività svolta dal dipendente e il valore dell’esposizione in termini di intensità, frequenza e durata.

Tali moduli, in conformità al decreto legge 626 del 1994, prevedevano in origine la trasmissione cartacea a mezzo posta ordinaria delle informazioni richieste all’ISPESL; le disposizioni contenute nel decreto 155/2007 sono rimaste in vigore quindi anche in seguito all’introduzione delle diverse procedure di acquisizione telematica dei dati introdotte dal decreto legislativo 81/2008 (comma 4 articolo 8) e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare anche in seguito all’introduzione delle regole tecniche per il funzionamento del Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione nei luoghi di lavoro (SINP) volute dal decreto del Ministero del Lavoro e del Ministero della salute nr 183 del 25 maggio 2016, in vigore dal 12 ottobre 2016.

Nel dettaglio il decreto di semplificazione e razionalizzazione della trasmissione dei dati del 2016, ha previsto che le informazioni relative ai dati di esposizione dei lavoratori esposti a sostanze cancerogene, venissero trasmesse in modalità telematica, conformemente agli obblighi disciplinati e sanzionati, previsti dagli articoli 243 e 262, artt. 280 e 282 del D.Lgs 81/2008.

In proposito è stata quindi pubblicata da Inail la circolare n. 43/2017 con cui l’Istituto definisce le nuove modalità per la trasmissione dei dati in formato elettronico relativi all’esposizione ad agenti cancerogeni e mutageni. Modalità che sostituiscono quindi quelle previste dall’invio in formato cartaceo dei moduli allegati al decreto 155/2007, garantendo un monitoraggio più efficace delle informazioni ed, al tempo stesso, un aggiornamento più tempestivo da parte degli utenti e delle aziende.

 

Il nuovo registro elettronico è stato sviluppato dall’Inail ed è disponibile, dal 12 ottobre 2017, per le aziende in possesso di titolarità di posizione assicurativa territoriale, che possono accedere direttamente alla piattaforma telematica inserendo le proprie credenziali. Almeno per questa prima fase la possibilità dell’invio tramite accesso al portale sarà quindi limitato ai soggetti titolari di PAT; per tutti gli altri soggetti obbligati alle comunicazioni sulle sostanze cancerogene e mutagene, è invece disponibile l’apposito modello da compilare ed inviare a mezzo Pec, scaricabile dalla sezione Moduli e modelli – Ricerca e Tecnologia, all’indirizzo dmil@postacert.inail.it ed all’indirizzo di posta certificata della Asl territorialmente competente.

Le informazioni contenute nei moduli in formato cartaceo, trasmessi fino al momento dell’entrata in vigore del nuovo sistema, così come i dati dei Registri di esposizione ricevuti tramite Pec successivamente a tale data, saranno inserite all’interno dall’archivio informatico e resi disponibili nel Registro elettronico entro il mese di marzo 2018.

Il datore di lavoro, o un suo delegato, avrà facoltà di inserire, modificare ed inviare le informazioni contenute nel nuovo registro di esposizione elettronico, mentre il medico competente avrà la possibilità di consultarlo e modificarlo.

L’introduzione della misura di semplificazione elettronica consentirà agli organi di vigilanza, di pianificare e attuare una verifica più accurata e mirata dei dati inseriti, garantendo al personale ispettivo rapide modalità di accesso alle informazioni inserite dagli utenti.


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy