In Provincia di Lucca la sicurezza sul lavoro passa per i banchi di scuola

 

26 Febbraio 2010

formatori sicurezza sul lavoroSe è vero che la scuola deve preparare i giovani a un inserimento nel mondo del lavoro e renderli pronti ad affrontare la vita adulta, allora è bene che prima di andare sui banchi di prova – che siano quelli di un’officina o di un ufficio – i giovani si preparino sui banchi di scuola. Non solo a svolgere delle mansioni, ma anche e soprattutto a stare in sicurezza tanto nei luoghi di lavoro (come tra l’altro prevede il Testo Unico 81/2008), quanto in quelli della loro vita.

Per preparare i ragazzi è però necessario coinvolgere e formare alla cultura della sicurezza anche i loro docenti. A questo scopo, all’inizio di gennaio, alla Provincia di Lucca è stato sottoscritto un protocollo che prevede l’avvio in tempo brevissimi di un progetto in tal senso. Saranno coinvolti circa 1.700 studenti divisi in 95 classi e i loro insegnanti distribuiti in 10 istituti superiori. Il progetto, infatti, parte da una specifica formazione per gli insegnanti, i quali poi a loro volta inseriranno nell’ordinaria attività didattica dei percorsi a tema sulla sicurezza, nel lavoro, nello studio e nella vita.

A formarli sarà il personale delle due Asl coinvolte nel progetto, insieme agli esperti dell’Inail.
A firmare l’importante patto, lo scorso 8 gennaio, c’erano agli assessori provinciali alla Formazione, Garbriella Pedreschi, e alla Pubblica istruzione, Silvano Simonetti, insieme al direttore dell’Inail, Carmine Cervo, il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Claudio Bracaloni e i rappresentanti dell’Asl 2 di Lucca e dell’Asl 12 della Versilia.


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy