Giornata mondiale contro il cancro, Eu-Osha sul ritorno all’attività dei lavoratori

 

27 Febbraio 2017

Si è celebrata il 4 febbraio la “Giornata mondiale contro il cancro”, con molte iniziative rivolte alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica e al coinvolgimento di interlocutori pubblici e privati nel sostegno alla lotta contro la malattia che ogni anno fa registrare 3,2 milioni di decessi in Europa, la metà dei quali tra persone in età lavorativa.

L’Agenzia europea per la salute e la sicurezza (EU-OHSA), ha segnalato per celebrare la Giornata, un programma per favorire il reintegro dei lavoratori sopravvissuti al cancro sui luoghi di lavoro.

Una diagnosi di tumore è spesso molto impattante sulla vita sociale e professionale di un individuo, sia dal punto di vista psicologico che sanitario, sono necessari lunghi periodi di terapie iniziali, spesso temporaneamente invalidanti, che in caso di successo restituiscono al mondo del lavoro soggetti con capacità lavorative potenzialmente diverse da quelle originali. È per queste persone che si rende necessario un programma di reinserimento che coinvolga le istituzioni governative e gli impianti legislativi comunitari e nazionali.

Eu-Osha ha pubblicato per l’occasione un report, per ora disponibile solo in lingua inglese (Rehabilitation and return to work after cancer), che illustra il programma e i futuri sviluppi in considerazione degli studi di letteratura disponibili in materia e dei dati statistici raccolti analizzando casi studio in esempio.

Il reintegro al lavoro per soggetti che hanno superato una terapia anticancro risulta spesso difficoltoso, trovare una nuova occupazione è mediamente 1,4 volte più difficile che per un soggetto sano, con disagi sia per la vita degli individui che costi che si ripercuotono sulla società; lo sviluppo di programmi nazionali rivolti a favorire il reintegro avrebbe quindi il duplice impatto di migliorare le condizioni di vita di molte persone riducendo i costi sociali.

Gli obiettivi generali che si prepone di raggiungere il programma segnalato da Eu-Osha sono rivolti a informare i governi della necessità di mettere a punto progetti mirati fornendo esempi concreti di risultati positivi. Il programma propone di sviluppare piani mirati che potrebbero includere interventi di tipo psicologico e di tipo fisico rivolti a ripristinare le capacità dei lavoratori, attualmente alcuni paesi hanno già in corso di sviluppo o in vigore, progetti che favoriscono queste iniziative, ma sono soprattutto rivolte agli impiegati, alle iniziative delle grandi aziende a sostegno delle risorse umane, ed a corsi di tipo professionale sulla cura della salute; poche sono le attuali iniziative rivolte alle piccole e medie imprese, le più colpite dalle difficoltà legate al reintegro.

Le sinergie tra le amministrazioni nazionali e gli attori coinvolti nello sviluppo del programma, dovranno quindi essere rivolte a sostenere iniziative per questa tipologia di aziende, che impiegano la maggior parte dei lavoratori in Europa (fino a 250 lavoratori, con impatto ancora più alto per quelle più piccole).

Le conclusioni della relazione sottolineano come siano molti i fattori che condizionano la possibilità di un reintegro funzionale e completo nel mondo del lavoro dopo aver vinto la malattia; tuttavia non è ancora chiaro quali di questi fattori siano quelli più critici e quindi verso quale tipologia di programma sia meglio orientare gli sforzi congiunti dei diversi soggetti coinvolti (governi, enti sociali, associazioni di categoria e sindacali, industrie e pubbliche amministrazioni in genere). Chiaro è, in considerazione delle evidenze attuali, che gli unici interventi ritenuti al momento efficaci sono quelli di tipo multidisciplinare, rivolti all’adozione di terapie psicologiche, terapie di gruppo, orientamento alla riabilitazione e fisioterapia mirata.

Info: Eu-Osha per la Giornata mondiale contro il cancro


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy