L’etichettatura degli alimenti e i valori nutrizionali

 

22 Luglio 2019

etichettatura-alimenti-valori-nutrizionali

Il Regolamento Ue 1169/11 disciplina i contenuti e le modalità della fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori. In particolare, viene disposto l’obbligo di apporre in etichetta per i produttori degli alimenti, la dichiarazione nutrizionale contenente informazioni sul valore energetico, sulla quantità di grassi, di acidi grassi saturi, di carboidrati, di zuccheri, di proteine e sale. [art 30, comma 1]. Tali informazioni possono eventualmente essere anche integrate con ulteriori indicazioni sulla composizione e quantità di altri elementi presenti (amido, fibre, ecc).

L’articolo 31 del regolamento 1169 entra nel dettaglio dei criteri di calcolo del valore energetico da apporre in etichetta, in considerazione del contenuto di sostanze nutritive presenti. Le informazioni nutrizionali e i valori energetici possono riferirsi eventualmente all’alimento anche successivamente alla preparazione, a condizione che le modalità di preparazione siano dettagliatamente descritte e le informazioni riguardino l’alimento pronto per il consumo.

I valori dichiarati in etichetta si intendono come valori medi calcolati in considerazione:

  • “Dell’analisi dell’alimento effettuata dal fabbricante;
  • Del calcolo effettuato a partire dai valori medi noti o effettivi relativi agli ingredienti utilizzati;
  • Del calcolo effettuato a partire da dati generalmente stabiliti e accettati”

Il valore energetico degli alimenti viene comunemente espresso in termini di “calorie”, anche se in realtà con questa dicitura si intende comunemente la “chilocaloria” (1.000 calorie), che indica tecnicamente la quantità di calore necessaria per aumentare di un grado centigrado la temperatura di 1 grammo di acqua. La caloria è quindi una quantità di energia che verrà poi “usata” dalle cellule del nostro corpo per espletare le diverse funzioni.
Il valore energetico (e quindi calorico) dei cibi varia in funzione della loro composizione nutrizionale e della diversa presenza di grassi, carboidrati o proteine. I grassi producono in media circa nove calorie per ogni grammo, mentre le proteine e i carboidrati producono in media circa 4 calorie per grammo. È dunque possibile calcolare il valore energetico dei cibi in funzione della diversa composizione e della quantità di proteine, zuccheri e grassi presenti.

Per consentire agli operatori di calcolare correttamente il valore energetico degli alimenti, e di rispettare quindi le prescrizioni di legge, ANFOS ha messo a punto un software on line utilizzabile anche via applicazione mobile, che consente di effettuare in modo automatico e semplice il calcolo della dichiarazione nutrizionale dei propri prodotti. Il software (etichettauraonline.it) interroga un ampio database di ingredienti che l’utente può identificare e inserire nel programma, e restituisce in brevissimo tempo il valore energetico medio complessivo, già eventualmente in forma di etichetta stampabile.


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy