Corte Costituzionale: sentenza n.310 2010

 

09 Dicembre 2010

La Corte Costituzionale con la sentenza n.310 del 5 Novembre 2010 si è espressa sulla necessità della motivazione nel provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, dichiarando illegittimo l’art. 14 comma 1 Dlgs 81/08 nella parte in cui prevede la non applicabilità dell’art. 3 comma 1 L. 241/90, in materia di trasparenza dell’azione da parte della pubblica amministrazione.


A conferma di una chiara azione della p.a., la motivazione consentirebbe di ricostruire le ragioni di fatto e di diritto che hanno portato alla decisione di sospensione dell’attività imprenditoriale.


Infatti l’art. 3 comma 1 L. 241/90 impone che ogni provvedimento della p.a. debba essere motivato, con l’indicazione espressa dei presupposti di fatto e delle ragioni di diritto alla base della motivazione; viceversa l’art. 14 del T.U. In materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro non prevede tale obbligo, disattendendo così il dettato normativo.


In ragione di quanto appena sostenuto la Consulta si è dichiarata sulla illegittimità dell’art. 14 T.U., dichiarando che: “l’esigenza di conoscibilità dell’azione amministrativa si realizza attraverso la motivazione, in quanto strumento volto ad esternare le ragioni ed il procedimento logico seguiti dalla autorità amministrativa ….- ha continuato poi la Corte-… la giusta e doverosa finalità di tutelare la salute e sicurezza dei lavoratori, nonché di contrastare il fenomeno del lavoro sommerso ed irregolare, non è in alcun modo compromessa dall’esigenza che l’amministrazione procedente dia conto, con apposita motivazione, dei presupposti di fatto e delle ragioni giuridiche che ne hanno determinato la decisione, con riferimento alle risultanze dell’istruttoria”.


A seguito di tale decisione, le amministrazioni competenti ex art. 14 Dlgs 81/08 nella sospensione dell’attività imprenditoriale dovranno motivare la decisione al datore di lavoro.


A corredo di tale sentenza il Ministero del lavoro, per opera della Direzione generale per l’attività ispettiva, ha emanato in data 8 Novembre 2010 la nota protocollo n. 18802, con la quale ha definito le modalità operative necessarie all’adozione del provvedimento motivato di sospensione dell’attività imprenditoriale.


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy