Altra giornata nera, tre vittime a Pavia, Macerata e Grosseto

 

09 Ottobre 2008

Un operaio di una fabbrica di vernici, un lavoratore agricolo, un impresario edile. Sono le ultime tre vittime di incidenti mortali sul lavoro. Hanno perso la vita, a poche ora di distanza l’uno dall’altro, in tre distinti infortuni, a Pavia, a Macerata e a Grosseto, che vanno ad allungare la già lunghissima lista delle morti bianche. Una piaga su cui bisogna mettere la parola fine, ha rimarcato Walter Veltroni, che chiede una stretta sui controlli: “Le leggi ci sono, anche se qualcuno nel governo – ha rimarcato il leader del Pd – vorrebbe toglierle di mezzo perché le giudica troppo severe. Si tratta di farle funzionare”.

 L’episodio accaduto a Parona, nel Pavese, ha coinvolto due persone: un 52enne residente in provincia di Lodi e un suo compagno di lavoro 35enne, che i soccorritori del 118 sono riusciti a salvare. Per il primo non c’é stato nulla da fare. Ad ucciderlo sarebbero state, secondo gli accertamenti svolti, le esalazioni ‘killer’ provenienti dalla cisterna in cui si era calato per un’operazione di pulizia. Esalazioni di azoto, un gas tossico.  L’Intercoating, l’azienda per cui la vittima lavorava, é specializzata nella produzione di vernici, resine e diluenti. La vicenda ricorda altre tragedie degli ultimi mesi. In particolare quella di Molfetta, del marzo scorso, in cui persero la vita cinque lavoratori: anche loro erano scesi in una cisterna, anche loro sono morti intossicati.

Il terzo episodio mortale si è verificato in un cantiere edile a Grosseto. La vittima è lo stesso titolare della ditta che stava eseguendo i lavori: ha perso l’equilibrio ed è caduto dal tetto di un capannone, facendo un volo di circa 7 metri. Aveva 70 anni. Si è invece salvato, ma è grave, un operaio rimasto folgorato mentre lavorava con un’autobetoniera a Laudes, vicino Merano, in Alto Adige. Il braccio meccanico della betoniera ha urtato un cavo dell’alta tensione.

Nei primi sei mesi di quest’anno i morti sul lavoro sono stati 555 e salgono a 675 se si considerano anche i dati Inail di luglio, che non sono ancora ‘consolidati’, cioé potrebbero subire variazioni. Tradotto: una media di tre morti al giorno.
Fonte: Ansa


Corsi online

Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul lavoro eroga diversi corsi per il personale e per i datori di lavoro in materia. In particolare vengono offerti i corsi obbligatori introdotti dal Dlgs 81\2008 Testo Unico Sicurezza.


Corsi sicurezza
sul lavoro
81-2008
Corsi
per Professionisti
professionisti
Corsi industria
alimentare
haccp
Corsi
Privacy
privacy